Cassetta di sicurezza in successione

Il Signor Riccardo si è rivolto a noi anche se avrebbe potuto interpellare un Notaio.

Quando devi ereditare anche il contenuto di una cassetta di sicurezza bisogna di solito interpellare un Notaio e un perito per certificare il valore e il contenuto, poi una volta stimato il valore economico bisogna inserirlo in successione.

Riccardo aveva da poco perso la giovane moglie di infarto. Non avrebbe mai immaginato che se ne andasse prima di lui e il fatto di non aver avuto figli rende la cosa molto pesante da affrontare.

Con la moglie condivideva la proprietà della casa e una cassetta di sicurezza.

Mi ha raccontato che l’onoranza funebre si è approfittata della sua poca lucidità e senza parenti vicini si è fatto letteralmente “prendere in braccio.”

A parere suo ha speso uno sproposito ma se n’è accorto dopo.

Non è una persona tirchia, però per la successione ha preferito informarsi bene prima di dare l’incarico a qualcuno.

il Sig. Riccardo, ex impiegato tecnico, in pensione da un pò, una volta riacquistata la lucidità  mi ha trovato su Google, ma non era ancora sereno. Ha bisogno di comprensione – è stato un duro colpo.

Aveva il dubbio che un CAF non avrebbe potuto dargli un servizio completo, mentre un normale notaio lo avrebbe considerato come una pratica qualsiasi, un atto notarile e basta.

Non ricordo bene se era sera o mattina ma ad un certo punto il Signor Riccardo ha cominciato a messaggiare con me. Si proprio lì in basso a destra dove vedi scritto “Domande?”

Poi mi ha lasciato la sua e-mail e il telefono, così due giorni dopo ci siamo conosciuti di persona.

Mi ha raccontato che la perdita della moglie è stata così grave che anche la suocera è mancata dopo soli 9 giorni! Nelle sue parole si sentiva un grande senso di ingiustizia.

E’ una sensazione che si presenta ogni volta che un figlio se ne va prima del genitore. “E’ contro natura.”

La pratica è stata svolta così:

  • Riccardo ci ha dato tutti i documenti
  • Abbiamo chiamato il nostro notaio convenzionato e il perito
  • Abbiamo prenotato l’apertura della cassetta in banca.

Ma qui c’è stata una difficoltà: i tempi si sono allungati spaventosamente.

Nel caso di una cassetta di sicurezza in successione, bisogna avvisare obbligatoriamente l’agenzia delle entrate, perché a suo giudizio potrebbe decidere di intervenire per verificare con un ispettore il reale contenuto – sono sempre a caccia di evasori.

Per avere la certezza che l’agenzia delle entrate NON contestasse l’apertura, si è preferito fissare l’appuntamento in banca ben 30 giorni dopo.

Questa cosa ha spazientito Riccardo, ma è stata la cosa più saggia da fare.

Voleva mettersi alle spalle il prima possibile questa brutta situazione e prendersi una piccolissima vacanza al mare ospite da parenti di lei.

Il tempo passava lento e Riccardo mi chiamava ogni settimana per avere la conferma del giorno e che a questo punto non venisse spostato ulteriormente. Inoltre il fatto che l’agenzia delle entrate potesse mandare un ispettore lo infastidiva, è un pò quando ti fermano i carabinieri anche se hai la cintura, hai la sensazione che potrebbero trovarti qualcosa che non va e multarti.

“Si Signor Riccardo, ci vediamo il 25 in banca, stia tranquillo.”

Poi finalmente il giorno è arrivato. Siamo scesi nel seminterrato blindato della banca, è stata estratta la cassetta, il perito incaricato da noi in pochi minuti ha certificato quel poco che c’era all’interno. Il notaio ha notificato – poi dopo 7 giorni mi ha dato la copia originale dell’atto e abbiamo inserito correttamente nella successione il valore e l’elenco dei pochi oggetti che conteneva la cassetta.

Riccardo è stato contento di aver trovato nuovi amici, si è sentito servito, rassicurato ed è sicuro che se non avesse avuto noi avrebbe speso molto di più per un servizio “freddo”.

Far bene ti fa stare bene.

Giovanni – amministratore di SucceDo

giovanni@succedo.it

 

 

 

 

Avatar

Giovanni

Piccolo imprenditore e papà di Irene, alla ricerca continua di modi per semplificare e migliorare la vita alle persone. - Contattami nella chat in basso a destra, dove c'è scritto: Domande?

Lascia un commento