“Ecco come NON perdere Ore di lavoro!”

In questo brevissimo testo troverai la risposta al perchè non devi andare in un luogo fisico dove fanno ANCHE le successioni ereditarie tra le 100 attività che svolgono contemporaneamente.

Gli uffici classici preposti per questo tipo di servizio hanno degli orari d’ufficio e non sono flessibili, questo ti costringe a prendere ore di permesso anche solo per chiedere informazioni oppure ti devi presentare quando è disponibile il geometra, il commercialista o il Notaio.

Ora, questo servizio lo paghi tu, giusto?

E perchè per la Successione Ereditaria devi essere tu a loro disposizione e non il contrario?

Con il metodo SucceDo questo non accade, verrà preso un appuntamento in modo serio e preciso, sia che tu accolga l’incaricato a casa, sia sul posto di lavoro (se ne hai la possibilità). Altrimenti ci scambiamo i documenti necessari via internet o posta ordinaria e poi siamo noi ad andare fisicamente al catasto e all’egenzia delle entrate per te.

In pratica: le persone mi conosciuto on-line, ma il lavoro per te viene svolto di persona, come una volta e sarà sempre così.

Torniamo alle ore di permesso

Nel caso tu abbia a disposizione ore di permesso da buttare, il capo potrebbe storcere comunque il naso, non credi?

Se hai una famiglia, ti possono sempre servire per altre emergenze. Viviamo sommersi da emergenze quotidiane, per una volta che non devi correre, non è meglio approfittarne.

Che tu sia un impiegato, un operaio o il titolare stesso, già probabilmente non stai passando un bel periodo, non farti torturare dalle code e la perdita di tempo come fanno le pecore del gregge!

Se mi hai già contattato – bene. Se invece devi ancora darci i tuoi dati per farti aiutare nella Successione Ereditaria scrivi nella chat dove c’è scritto “Domande?”

Giovanni

Amministratore di SucceDo.

 

 

Avatar

Giovanni

Piccolo imprenditore e papà di Irene, alla ricerca continua di modi per semplificare e migliorare la vita alle persone. - Contattami nella chat in basso a destra, dove c'è scritto: Domande?

Lascia un commento